News 22/05/2024

Deenova entra nel mercato belga vincendo la gara d’appalto all’AZ Saint Lucas Hospital

Milano, Italia Deenova, leader europeo nell’automazione della farmacia, è entusiasta di annunciare la vittoria della gara d’appalto presso l’ospedale AZ Saint Lucas di Brugge, coadiuvata dal suo partner commerciale Robapharma. Questo importante risultato segna l’ingresso di Deenova nel mercato belga e continua la progressiva espansione internazionale del Gruppo: Deenova è ora presente in oltre 100 ospedali in nove Paesi europei.

La collaborazione con l’AZ Saint Lucas Hospital testimonia la dedizione di Deenova nel promuovere il miglioramento della sicurezza nella gestione dei farmaci attraverso tecnologie all’avanguardia. Grazie all’implementazione delle più recenti soluzioni automatizzate modulari AIDE di Deenova, l’AZ Saint Lucas Hospital ottimizzerà l’operatività della propria farmacia, garantendo maggiore accuratezza, sicurezza dei pazienti ed efficienza nella gestione dei farmaci.

“L’ingresso nel mercato belga è per noi un passo fondamentale”, ha dichiarato Marco D’Incà, Solution Design and Product Development Manager di Deenova. “Siamo orgogliosi di introdurre nel Paese le nostre innovative soluzioni assieme a Robapharma e guardiamo alla proficua collaborazione con l’AZ Saint Lucas Hospital come al primo di una serie di promettenti progetti in Belgio”.

Il Belgio è uno dei Paesi più avanzati in materia di sicurezza e tracciabilità dei farmaci. Il nuovo decreto reale che delinea le linee guida per le buone pratiche di farmacia ospedaliera impone che i farmaci per i pazienti ricoverati siano dispensati in confezioni monodose e richiede la tracciabilità per tutti i farmaci e i dispositivi medici impiantabili.

Il Dr. Vermeire, Adjunct Medical Director and Head of Pharmacy dell’AZ Saint Lucas Hospital, ha commentato: “Siamo entusiasti di integrare nel nostro ospedale le avanzate soluzioni di automazione della farmacia di Deenova. Questa partnership non solo semplificherà i nostri processi di dispensazione dei farmaci, ma migliorerà anche in modo significativo la sicurezza e la personalizzazione dell’assistenza ai pazienti. Riteniamo che questa collaborazione rappresenti un importante passo avanti nel nostro impegno per l’eccellenza sanitaria.”

L’AZ Saint Lucas Hospital è un’istituzione sanitaria leader in Belgio, in grado di fornire cure mediche di alta qualità e trattamenti innovativi. La struttura riserva grande attenzione al paziente, ponendolo al centro dell’attività di assistenza ed impiegando le più avanzate tecnologie e pratiche per garantire i migliori risultati di cura.

Negli ultimi 20 anni, Deenova è stata pioniera nell’automazione della farmacia con sistemi di allestimento delle terapie personalizzate in dose unitaria, rivoluzionando la gestione dei farmaci negli ospedali e nelle strutture sanitarie di tutto il mondo. Con sede a Piacenza, Deenova continua a crescere, spinta dal costante impegno a migliorare la sicurezza dei pazienti e l’efficienza dell’assistenza sanitaria.

News 30/04/2024

Isii Marconi, lezione all’azienda Deenova per gli studenti accompagnati dai Maestri del Lavoro

Deenova ha recentemente accolto gli studenti dell’ISII Marconi insieme ai Maestri del Lavoro, dimostrando il suo impegno continuo nella formazione dei giovani e il ruolo cruciale nel favorire lo sviluppo delle competenze e delle prospettive professionali per le nuove generazioni.

L’articolo dal sito Piacenzasera: leggi originale.

L’articolo dal sito IlPiacenza: leggi originale.

L’articolo dal sito Piacenzaonline: leggi originale.

ISII MARCONI, “LEZIONE” IN DEENOVA PER GLI STUDENTI –  Guidare le nuove generazioni con l’esperienza, per agevolarne l’inserimento nel mondo del lavoro e non solo: è l’impegno della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro nei confronti di tanti ragazzi e studenti del nostro Paese. Un impegno pienamente condiviso da Deenova, leader europeo nel campo delle soluzioni meccatroniche per l’automazione delle farmacie ospedaliere. L’azienda piacentina ha quindi aperto la sua sede di Gragnanino al comitato locale della Federazione e alla 3° H informatica dell’Istituto Superiore di Istruzione Industriale G. Marconi. Ad accogliere i ragazzi, il Chief Commercial Officer Christophe Jaffuel: “Siamo lieti di collaborare con i Maestri del Lavoro per la formazione e la crescita di questi giovani. Non vogliamo solo spiegare loro chi siamo, quanto piuttosto renderli partecipi e consapevoli del futuro che li aspetta. Entrare a far parte di un’azienda significa anche sposarne la visione: è importante quindi che conoscano la nostra, per decidere magari un domani di unirsi a Deenova e al suo impegno nel rendere le strutture sanitare sempre più sicure ed efficienti”.

Oltre a Christophe Jaffuel, erano presenti all’incontro anche Marco Spelta e Martina Buccianti, rispettivamente Chief Information Officer e Marketing Manager di Deenova. Con loro i ragazzi hanno potuto approfondire i possibili percorsi di inserimento, i profili richiesti e le competenze professionali utili, ma anche le responsabilità, lo spirito di gruppo e il senso di appartenenza ad un’azienda che ha nella qualità, nell’innovazione tecnologica e nella sicurezza dei pazienti le sue cifre caratteristiche.
“Grazie all’incontro di oggi ho capito l’importanza della relazione con i colleghi e del lavoro di squadra”; “Sono rimasta colpita da quante cose vengono tenute sotto controllo in questi progetti: la scadenza dei farmaci, la loro quantità, l’utilizzo…”; “La mia passione per il coding e la voglia di fare sono ciò che potrei portare se lavorassi in Deenova”. Ecco alcuni tra i commenti dei ragazzi, spronati anche dalle parole del loro docente Maurizio Galli: “Gli informatici non sono mai fermi: tenetevi sempre aggiornati sulle novità e continuate ad imparare, durante ma anche dopo la scuola”.

“È bello vedere gli studenti così attenti e coinvolti” ha concluso Sergio Caccialanza, rappresentante dei Maestri del Lavoro: “Un importante segno del loro interesse e della capacità di cogliere l’occasione per conoscere meglio il mondo del lavoro. Il merito va pure a Deenova, che ha dedicato tempo ed energie all’incontro, valorizzando così anche la nostra attività di Maestri del Lavoro”.
Deenova ringrazia i Maestri del Lavoro Sergio Caccialanza, Walter Inzani e Francesco Cesena; i docenti accompagnatori Laura Chiozza, Filippo Fantini e Maurizio Galli; gli alunni della classe 3° H.

News 17/04/2024

DEENOVA ENTRA IN TOP 500

È con grande orgoglio che condividiamo l’inclusione di Deenova nel TOP 500 di Editoriale Libertà, un riconoscimento dei valori che guidano il nostro Gruppo: radici locali, slancio internazionale e attenzione al lato umano. Da 20 anni forniamo soluzioni meccatroniche per l’automazione della farmacia, diventando un punto di riferimento a livello europeo.

Scopri di più sul nostro impegno quotidiano leggendo l’articolo completo!

News 19/01/2024

Orbit, il software che ha rivoluzionato la distribuzione diretta

Scopri l’Esperienza Digitale del Policlinico San Martino, che ha scelto Orbit, il software proprietario di Deenova, come unico strumento per gestire le fasi di prescrizione e distribuzione del medicinale al paziente, migliorando la sicurezza e l’aderenza nei pazienti affetti da HIV e altre patologie croniche.

I risultati confermano Orbit come prezioso supporto al ruolo strategico e trasversale del farmacista ospedaliero, il quale entra in percorsi di presa in carico e cura favorendo il risultato clinico.

Leggi l’articolo originale del Quotidiano Sanità.

Esperienze Digitali. L’ottimizzazione del processo di prescrizione e distribuzione del farmaco nell’IRCCS San Martino di Genova

All’interno dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova la distribuzione diretta ha visto una implementazione graduale del sistema di prescrizione e dispensazione informatizzata al fine di migliorare sempre di più la tracciabilità e sicurezza del paziente. Il processo raccontato in questa Esperienza Digitale, è accompagnato dall’adozione di un applicativo, come unico strumento per gestire le fasi di prescrizione e distribuzione del medicinale al paziente oltre alla elaborazione dei principali flussi informativi richiesti dalla Regione.

Il software prescrittivo garantisce la presenza sistematica di una prescrizione medica a monte delle distribuzioni del farmaco oltre ad una modalità robusta per l’identificazione del paziente che utilizza l’anagrafica centrale del Policlinico.

L’incremento della sicurezza si è ottenuto rafforzando la tracciabilità del farmaco lungo l’intero processo attraverso l’identificazione per mezzo del barcode ed effettuando puntuali controlli di corrispondenza rispetto alla prescrizione e all’anagrafica del paziente. L’integrazione con il sistema amministrativo-contabile consente anche di chiudere l’iter con lo scarico del farmaco.

Nel 2019 il 45% delle consegne avveniva in anticipo e ben il 55% in ritardo, superando anche in alcuni casi i 10 giorni dal giorno 0 ovvero giorno di prescrizione e ritiro della terapia. Da marzo 2020 ad aprile 2021, si sono verificati 11.537 accessi in Distribuzione Diretta, la presa in carico di 9.922 pazienti afferenti all’ambulatorio di Clinica Malattie Infettive più del 50% dei pazienti ritirava la terapia con uno scostamento superiore ai 1-5 giorni, facendo presupporre un ritiro non preciso e quindi una scarsa compliance.

News 11/12/2023

Nuovi successi per Deenova con il terzo record consecutivo di vendite in Francia e vittorie strategiche in Italia, Norvegia, Nord Africa e Germania

Milano – Deenova, leader in soluzioni e servizi di automazione sanitaria, è lieta di ricordare il 2023 come un altro anno di straordinario successo. La società non ha solo ottenuto il terzo record consecutivo di vendite in Francia, ha anche trionfato in importanti gare espandendosi strategicamente in Italia, Norvegia, Nord Africa e Germania.

In una mossa chiave per l’internazionalizzazione, Deenova ha fatto il suo ingresso nel mercato nordico vincendo la gara pubblica in Norvegia per la fornitura di tecnologia per il riconfezionamento in dosi unitarie a Sjukehusapoteka Vest HF e Sykehusapotekene HF. Si rafforza così l’impegno della società per l’automazione sanitaria nella regione.

Contemporaneamente, Deenova ha ottenuto una significativa vittoria in Marocco, assicurandosi il contratto per l’automazione della farmacia presso il CHU Benguerir nel primo progetto di questo tipo del Paese.

Con l’espansione in Europa, l’azienda rafforza la sua presenza anche nei mercati consolidati. In Germania, dove Deenova ha introdotto il concetto di gestione automatizzata closed loop dei farmaci, la compagnia ha ottenuto il secondo cliente vincendo la gara di Sozialstiftung Bamberg. Questo successo sottolinea l’impegno incrollabile dell’azienda e la sua superiorità tecnologica nel migliorare il processo di gestione dei farmaci.

Oltre alla consolidata presenza in Italia e in Francia, la fortunata crescita internazionale di Deenova rafforza la vocazione pionieristica della compagnia nel campo dell’automazione sanitaria. Costantemente votata all’innovazione e al servizio verso il cliente, l’azienda è partner affidabile per quasi 100 ospedali in otto paesi europei.

Christophe Jaffuel, Chief Commercial Officer di Deenova, esprime soddisfazione per i progressi dell’azienda: “Siamo lieti della crescita continua e della fiducia dei nostri clienti. La nostra espansione verso nuovi mercati riflette l’impatto positivo sulle pratiche sanitarie delle nostre soluzioni. Grazie alla loro natura completamente modulare, offriamo una capacità di adattamento senza eguali ai flussi di lavoro dei clienti, caratteristica che ci differenzia dagli altri player sul mercato.”

Guardando al futuro, l’azienda rimane impegnata nel perseguire sempre l’innovazione e nell’espandere la propria presenza in tutta Europa.

Le soluzioni uniche, brevettate e completamente integrate di Deenova contribuiscono ad alleviare le crescenti pressioni dei fornitori di servizi sanitari, a migliorare la sicurezza dei pazienti, a ridurre gli errori terapeutici, a minimizzare gli sprechi, a contenere i costi ed a diminuire il divario tra il crescente volume/acuità dei pazienti e la scarsità di personale medico. Deenova garantisce la semplificazione della gestione dei farmaci e dei dispositivi medici con un risparmio previsto tra il 15% e il 25%.

News 14/11/2023

Sanità, Brunetto: “A convegno Ecomondo per parlare di ospedale green”

Partecipando al convegno Ecomondo di Rimini, il Presidente Commissione Salute e Sicurezza sociale Regione Liguria Brunello Brunetto ha auspicato la diffusione del servizio Deenova in atto al Policlinico San Martino di Genova verso altre strutture della regione. Ecco le sue parole nell’articolo pubblicato da Genova3000.

Leggi l’articolo originale.

“Sono fiero di essere stato chiamato oggi a Rimini in qualità di presidente della Commissione Salute e Sicurezza Sociale della Regione Liguria, come relatore, insieme ad altri colleghi, alla tavola rotonda sull’ospedale green nell’ambito del convegno ‘Ecomondo’, promosso da Assosistema e Confindustria. Uno dei temi che mi è più caro è quello sulle buone pratiche relative ai dispositivi tessili”. Lo dice in una nota Brunello Brunetto, consigliere regionale della Lega e presidente della Seconda Commissione Salute e Sicurezza Sociale.

“In Regione Liguria – prosegue la nota -, il 30 maggio scorso, è stato approvato all’unanimità un mio documento nel quale auspico che si promuova un’azione di informazione con gli enti del Servizio sanitario regionale per conoscere le più recenti normative comunitarie e nazionali del settore, favorire i controlli di conformità nelle strutture presenti nel territorio regionale, incentivare l’utilizzo di dispositivi tessili TTR (Tessuti Tecnici Riutilizzabili) e avviare una sperimentazione per usarli anche eventualmente in combinazione con i TNT (Tessuto Non Tessuto, monouso)”.

“Un altro tema che reputo fondamentale è quello dell’automazione della gestione e tracciabilità di farmaci e dispositivi medici monouso e impiantabili, che è già in atto al Policlinico San Martino di Genova per i soli farmaci, ma che vorrei veder allargato, partendo dall’area metropolitana genovese fino alle due riviere, anche per i dispositivi medici monouso e impiantabili, che apportano tutta una serie di benefici come l’abbattimento del rischio clinico, il controllo dei consumi e delle scorte, ottimizzazioni logistiche, riduzione del tempo infermieristico e di farmacia per processi non clinici, più qualità e sicurezza percepita da operatori e pazienti, disponibilità di dati puntuali su ogni singola dose di farmaco o dispositivo medico”, conclude Brunetto.

News 07/11/2023

Deenova e Osservatorio Gino Marchet insieme per la logistica di reparto: l’intervista a Roberto Nichetti.

Grande esperto di logistica, autore di libri e articoli pubblicati da prestigiose riviste internazionali, artefice del primo Master Universitario in Trasporti e Logistica nella sede piacentina del Politecnico di Milano, ateneo del quale era docente. Alcuni flash della vita del compianto Gino Marchet a cui si deve, tra l’altro, la creazione nel 2011 dell’Osservatorio Contract Logistics che oggi porta il suo nome. Il fine è da sempre chiaro: analizzare il settore della logistica conto terzi in Italia, monitorandone tendenze e direttrici evolutive. Deenova contribuisce al progetto, rappresentata nel gruppo di lavoro da Roberto Nichetti, Service Designer del reparto Service Design & Sales Support.

Roberto, come sei entrato a far parte dell’Osservatorio?

Negli ultimi anni, anche in seguito al fenomeno pandemico, è stato inaugurato un tavolo di lavoro dedicato ai temi della logistica ospedaliera e di reparto. Un ambito che Deenova ha sempre considerato fondamentale, ponendosi come obiettivi la semplificazione dei processi e il miglioramento della qualità del lavoro dei professionisti sanitari. Continua innovazione e riuscita integrazione tra flusso micrologistico e clinico sono le chiavi per ottimizzare l’intero processo di gestione del farmaco. La scelta, quindi, di aderire all’Osservatorio è stata naturale per Deenova, che mi ha nominato referente aziendale. E ne sono contento, perché posso unire le competenze tecniche di cui dispongo all’interesse personale proprio per il settore della logistica.

Ci puoi dire qualcosa in più sulla funzione dell’Osservatorio?

Gli obiettivi che l’Osservatorio, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, si è posto per l’attività di ricerca sono stati l’analisi delle tendenze emerse dalla mappatura dei flussi logistici, l’approfondimento di progetti di filiera innovativi su temi quali tracciabilità ed integrazione delle informazioni, nonché lo studio della logistica ospedaliera e delle scelte di outsourcing nella gestione dei farmaci da parte delle strutture sanitarie con le relative best practice.

Come Deenova ha partecipato a queste attività?

Mettendo a disposizione la competenza e la professionalità di un Gruppo che è leader nell’offerta di soluzioni meccatroniche per un circuito farmaceutico sicuro, tracciato ed integrato. E che è stato il primo, nel 2007, a proporre il tuttora esclusivo servizio in outsourcing per il riconfezionamento dei farmaci in dosi unitarie. Cerchiamo di portare la nostra visione, per la quale la massima efficienza nell’organizzazione dei magazzini e della movimentazione non basta se non supportata da un’adeguata gestione dell’ultimo miglio fino al paziente. In qualità di sponsor e forte di questo know-how, Deenova ha contribuito all’attività di ricerca e partecipato a workshop, cioè momenti di confronto in cui i ricercatori presentano e discutono i risultati del loro studio con il gruppo del tavolo di lavoro, di cui faccio parte. Accanto a me rappresentanti di altre aziende e del mondo sanitario, in un dialogo davvero utile per unire ricerca ed esperienza sul campo.

Con l’obiettivo di condividere i frutti di questo lavoro comune.

Certamente. I convegni dell’Osservatorio sono aperti al pubblico, per esempio alla presentazione dei risultati hanno assistito più di 600 persone. I professionisti delle strutture sanitarie hanno raccontato l’impatto positivo dell’innovazione tecnologica sulla logistica ospedaliera, confermato anche dai clienti di Deenova, e i futuri progetti per sfruttare al meglio le tecnologie disponibili.

Hai parlato di risultati: quali sono le principali evidenze emerse dallo studio?

Il fenomeno dell’outsourcing di servizi logistici da parte delle strutture sanitarie è una tendenza in forte crescita e i temi dell’efficientamento e della sicurezza dei processi per farmaci e dispositivi medici si dimostrano cruciali nel settore healthcare. Questo scenario infonde grande ottimismo e voglia di investire energie e risorse per essere sempre all’altezza delle istanze e delle sfide che provengono dalle strutture ospedaliere. Uno dei motivi per cui Deenova continua a sostenere le attività dell’Osservatorio.

Con quali effetti per Deenova?

La partecipazione di Deenova alle attività dell’Osservatorio favorisce l’innovazione, la competitività e lo sviluppo del business. Con il Gino Marchet affrontiamo temi di grande interesse per l’azienda con rigoroso metodo scientifico ed accademico, nell’ambito di una community costituita dai vari attori della supply chain sanitaria come depositari, vettori specializzati, distributori intermedi, strutture sanitarie. Da questa sinergia nasce la consapevolezza, basata sull’esperienza diretta, delle necessità e delle prospettive di sviluppo della logistica healthcare, in base alle quali possiamo configurare al meglio l’offerta e il servizio Deenova.

A livello personale è un’esperienza che ti ha professionalmente arricchito?

Sì, partecipare alle iniziative dell’Osservatorio è molto formativo. Rappresentando l’azienda ai tavoli di lavoro posso aggiornare costantemente le competenze necessarie al mio ruolo, cioè realizzare progetti sempre nuovi e a misura di cliente, sulla base delle effettive esigenze degli ospedali, per risolvere le loro diverse problematiche e semplificare i processi di gestione. Un altro aspetto positivo è senza dubbio l’ampliamento della rete professionale, ho instaurato ottime relazioni con altri operatori del settore.

News 20/10/2023

La Farmacia del Papa Giovanni XXIII è sempre più hi-tech

I benefici della collaborazione tra Deenova e l’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo sono al centro dell’intervista di Farmacia Ospedaliera con Michela Franzin, direttrice della Farmacia Ospedaliera della struttura.

News 18/10/2023

Vette di eccellenza: il Gemelli di Roma ‘miglior ospedale d’Italia’ e il nuovo decreto ministeriale sulla tracciabilità dei dispositivi medici nell’intervista di Deenova al Prof. Andrea Cambieri

Durante il XLIV Congresso Nazionale SIFO (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera) tenutosi a Roma dal 5 all’8 ottobre, Deenova ha accolto con piacere il Prof. Andrea Cambieri, Direttore Sanitario del Policlinico Gemelli di Roma, al proprio stand. Il Prof. Cambieri ha discusso con Fulvio Rudello, Direttore delle Operazioni di Deenova, del riconoscimento ottenuto dall’IRCCS Policlinico Universitario Agostino Gemelli come miglior ospedale italiano secondo Newsweek e del nuovo decreto del Ministero della Salute in merito alla tracciabilità dei dispositivi medici.

FR: Newsweek, rinomato magazine statunitense, ha recentemente pubblicato la sua quinta analisi annuale dedicata ai migliori ospedali del mondo, collaborando con la società di ricerca Statista Inc. In totale, sono stati valutati 2.300 ospedali distribuiti in 28 Paesi, inclusa l’Italia. In cima alla lista dei migliori ospedali italiani spicca il Policlinico Gemelli di Roma. A questo punto, le congratulazioni sono più che meritate. Secondo lei, quali fattori sono stati determinanti per raggiungere questo eccezionale risultato?

AC: Da quando Newsweek pubblica queste classifiche siamo sempre molto ben piazzati: nell’ultima analisi siamo il primo ospedale in Italia e il trentottesimo a livello mondiale. Per noi è un vanto visto il numero e soprattutto la qualità degli ospedali inclusi nella graduatoria, dedicata alle migliori strutture del pianeta. Siamo arrivati a questo livello grazie ad un grande lavoro di squadra, che ha saputo unire l’eccellenza delle singole cliniche ad un intenso sforzo organizzativo volto a far emergere la qualità, a tracciarla e a coinvolgere tutti i professionisti in attività di miglioramento continuo.

L’essere riconosciuti come il miglior ospedale in Italia sottolinea l’impegno del Policlinico Gemelli per la qualità e la cura dei pazienti. Potrebbe illustrare le iniziative o i programmi specifici che contribuiscono a garantire un livello mondiale di assistenza sanitaria e come coinvolgete il personale e la comunità nel promuovere questi elevati standard?

Il percorso che ci ha condotti all’eccellenza passa sicuramente attraverso il processo di accreditamento Joint Commission International. Due anni fa abbiamo acquisito la prima certificazione internazionale di questo livello, frutto di un impegno intrapreso molti anni prima e che ha coinvolto tutte le professioni sanitarie in un’incessante ricerca della qualità. A giugno 2024 affronteremo la ricertificazione che è altrettanto sfidante. È necessario coinvolgere il personale attraverso momenti di formazione ed informazione e le cosiddette attività di tracer, cioè di verifica sul campo, sulle singole cartelle e sui singoli pazienti della qualità e del rispetto degli standard di Joint Commission. Il progetto, quindi, continua giorno dopo giorno e si avvale anche di ispezioni simulate che servono a misurare il raggiungimento e il mantenimento degli standard.

Il Ministero della Salute ha di recente emesso un nuovo decreto riguardante la tracciabilità dei dispositivi medici mediante obbligo di registrazione del codice UDI. Il Policlinico Gemelli già da anni mantiene la registrazione dell’UDI, risultando così già conforme anche alle future evoluzioni di questo obbligo. Sarebbe possibile condividere ulteriori dettagli in merito a questa iniziativa?

Abbiamo implementato da subito la tracciabilità dei dispositivi medici di sala operatoria. Il processo è partito nel 2015 e attraverso la partnership con Deenova si avvale di soluzioni tecnologiche all’avanguardia che hanno di fatto sollevato il personale infermieristico dall’obbligo sia di registrare i consumi sia di controllare quotidianamente le scadenze o le non conformità rispetto alla logistica del blocco operatorio, perché il sistema lo esegue in modo automatico. Quindi abbiamo focalizzato i professionisti sulle attività che sono loro proprie: l’assistenza al paziente per gli infermieri, la logistica fine del dispositivo con il controllo di sicurezza e qualità per i farmacisti.

Quali risultati tangibili sono stati ottenuti grazie all’implementazione di tali sistemi sulla tracciabilità dei dispositivi medici presso il Policlinico Gemelli?

Siamo molto soddisfatti di questo sistema, che tra l’altro è in continua evoluzione: assieme a Deenova abbiamo anche inventato e realizzato delle piccole soluzioni originali per migliorare il servizio e renderlo sempre più efficace. Uno dei principali vantaggi è ovviamente il controllo economico, perché noi a questo punto siamo in grado di tracciare finemente chi usa cosa, su che cosa e perché. Quindi possiamo a livello capillare verificare l’appropriatezza dei consumi e il rispetto dei protocolli, l’assegnazione di ogni consumo a ciascun chirurgo, ciascuna unità, ciascun intervento. Ma non solo: così evitiamo anche rotture di stock e situazioni pericolose per la sicurezza del paziente, monitoriamo i prodotti vicini alla scadenza così come eventuali disallineamenti logistici che possono portare a problemi di reperimento del dispositivo ancorché presente ma nel posto sbagliato all’interno del comparto operatorio.

Considerando l’alto standard di eccellenza raggiunto, quali sono le strategie e i progetti chiave che il Policlinico Gemelli intende implementare per preservare e migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria nel prossimo futuro e mantenere la sua leadership in Italia?

La qualità e la leadership si mantengono attraverso un lavoro quotidiano e condiviso da tutti i professionisti. La certificazione Joint Commission è uno degli strumenti che abbiamo utilizzato. Un altro strumento che stiamo perseguendo è quello di impostare l’ospedale in un’ottica di “value best healthcare”, cioè costruire percorsi centrati sul paziente invece che sulle unità operative o sui cosiddetti silos organizzativi dell’assistenza. Chiaramente è una trasformazione difficile, perché chiama in causa tutte le competenze e richiede un cambio di mentalità che obbliga ad uscire dalla zona di confort per cercare un nuovo posizionamento. Eppure, riteniamo che questa sia la strada non solo per mantenere la nostra eccellenza, ma per migliorare ancora.

 

News 29/09/2023

Deenova consegue il rinnovo della certificazione SA8000 per condizioni etiche e responsabilità sociale, confermandosi a livelli di eccellenza

Deenova, fornitore leader di soluzioni innovative per l’automazione della farmacia ospedaliera, è lieta di annunciare il rinnovo della certificazione SA8000. Questo importante risultato sottolinea la costante dedizione di Deenova nel mantenere i più alti standard di pratiche lavorative etiche e responsabilità sociale all’interno dell’organizzazione.

La certificazione SA8000 è uno standard riconosciuto a livello mondiale per la responsabilità sociale sul posto di lavoro. Considera un’ampia serie di criteri, tra cui la parità di genere, l’equità dei salari, gli orari di lavoro, la salute e la sicurezza e la prevenzione del lavoro minorile. La continua conformità di Deenova esemplifica il suo impegno nel promuovere un ambiente di lavoro positivo, contribuendo al benessere dei suoi dipendenti e della comunità in generale.

Elisa Bersani, Safety & ISO Cert. Specialist di Deenova, ha espresso la sua soddisfazione per questo risultato, dichiarando: “Il rinnovo della certificazione SA8000 testimonia lo sforzo collettivo e l’incrollabile dedizione di tutto il team Deenova. Riafferma il nostro impegno a soddisfare, ma anche a superare, i più alti standard di responsabilità sociale del nostro settore. Crediamo che un luogo di lavoro socialmente responsabile sia la base di un’organizzazione in salute e il rinnovo rafforza il nostro impegno a sostenere questi valori. Il merito va ad un team di lavoro eccezionale e ad un management sensibile alle questioni etiche e sempre disposto a mettersi in discussione”.

Deenova continua a essere leader nel garantire sicurezza terapeutica e tracciabilità dei dispositivi medici, offrendo soluzioni all’avanguardia che semplificano la gestione dei farmaci e migliorano l’efficienza operativa delle strutture sanitarie. Mantenendo la certificazione SA8000, Deenova non solo si posiziona ai massimi livelli del settore, ma funge anche da ispirazione per altre organizzazioni che desiderano avere un impatto positivo sulla vita dei propri dipendenti e delle comunità.

Per ulteriori informazioni su Deenova e sul suo impegno in merito alla responsabilità sociale, visita www.deenova.com/it/certificazioni-di-qualita/.

Contatti:

Christophe Jaffuelc.jaffuel@deenova.com,
Martina Bucciantim.buccianti@deenova.com, +39 0523 785311