News 25/06/2020

DEENOVA impegnata in prima linea negli ospedali Covid – Video intervista

Clicca qui per vedere la video intervista

“Robotica e automazione a sostegno delle strutture sanitarie”.

Deenova, azienda piacentina leader nel settore dell’automazione per le farmacie ospedaliere, ha messo a punto sofisticati e precisi sistemi di preparazione e distribuzione di terapie farmacologiche nelle strutture sanitarie.

Fulvio Rudello, Chief Operation Officer Deenova, descrive nel video i servizi di micrologistica che Deenova mette a disposizione degli ospedali.

I robot e i sistemi automatizzati di Deenova operano oggi in circa 50 ospedali europei, in Italia sono presenti in tanti degli ospedali impegnati in prima linea nel periodo di emergenza Coronavirus, dove Deenova si è occupata anche del confezionamento di terapie farmacologiche per la cura a domicilio di pazienti Covid.

Come funzionano i robot di Deenova?
«I nostri sistemi robotizzati – spiega l’amministratore delegato Giorgio Pavesi – permettono di preparare per gli infermieri le terapie richieste dal medico attraverso un sistema di prescrizione informatizzata. Il robot le fa trovare confezionate e personalizzate nei cassettini del carrello di distribuzione. Si tratti di solidi orali, flaconcini, fiale, bustine, siringhe, cerotti transdermici o altre forme farmaceutiche.»
La tecnologia Deenova agevola il lavoro degli operatori sanitari, per esempio traccia l’intero iter di preparazione e somministrazione, evitando errori, aumentando la produttività, riducendo gli sprechi, e permettendo una corretta analisi dei costi in ambito sanitario.

Per effetto dell’emergenza Covid-19, l’azienda ha incrementato il personale assumendo già 5 nuove persone. Le figure più ricercate sono ingegneri biomedici, farmacisti, operatori logistici, e a Trento l’azienda sta ricercando due figure di sviluppatore software (junior e senior). Infatti parte dei software e delle interfacce operative vengono progettate nell’unità di Ricerca e Sviluppo al Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo a Trento, dove lavorano sei dipendenti, tra ingegneri e sviluppatori.